Spesso mi chiedo se il mio gatto sia felice in casa. Lui non è mai uscito, io non lo faccio mai uscire e passa gran parte del suo tempo sul tiragraffi guardando il mondo dalla finestra. Un giorno, mentre facevo le pulizie ho spalancato tutte le finestre, la presenza delle zanzariere mi tranquillizzava.

Ho lasciato dragos tranquillo sul suo trono rialzato davanti alla finestra e sono andata in cucina. Di solito il gatto mi segue e si siede sul tavolo guardando fuori dalla finestra Mentre pulivo i fornelli sento un miagolio provenire da fuori. Era un pianto, un miagolio di richiamo.

Così istintivamente comincio a cercare il mio gatto. Lo chiamo a gran voce Ma lui non viene ma miagola così corro in camera e li il panico. La zanzariera era alzata, il gattino coi suoi 7kg probabilmente si era appoggiato facendo scattare il meccanismo di apertura ed è scivolato giù.

Già pensavo a come potermi giustificare con mio marito, sono già in lutto, mi chiedo perché ha voluto abbandonarmi? Non gli piacciono le scatolette coi gamberetti? Forse la fontanella non eroga abbastanza acqua fresca?forse i croccantini non sono abbastanza costosi per lui?forse la lettiera automatica non ha pulito immediatamente il suo bagno?

O forse ha voluto uscire al richiamo della natura o era attratto da qualche gattina? Mi affaccio dalla finestra come giulietta e trovo il mio Romeo seduto immobile che gira la testa verso di me con un miaoooooo di terrore. Era così impaurito che non ha avuto il coraggio di muoversi.

Mamma arriva aspettami dragos, prendo le chiavi e mi fiondo fuori. Apro il portone di ingresso e mi inginocchio per non farlo spaventare, ci guardiamo negli occhi allargo le braccia e lui mi viene incontro come fanno gli ostaggi con i soccorritori.

Credo che entrambi in quel momento abbiamo provato un misto tra adrenalina e paura.
Prendo il gatto in braccio e torniamo in casa. Lui si fionda sul divano e da lì non si muove più… forse in un istante ha capito che il mondo fuori non è così tanto bello e che anche deve sopportare le mie coccole forse stare in casa al sicuro è meglio della giungla fuori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ho letto la privacy policy e acconsento alla memorizzazione dei miei dati nel vostro archivio secondo quanto stabilito dal regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, GDPR. (Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a privacy@ildiariodivincenza.it)